ABLATHERM® HIFU

Ablatherm® HIFU tratta il cancro della prostata concentrando ultrasuoni focalizzati ad alta densità che distruggono le cellule della ghiandola tramite il calore, senza danneggiare i tessuti circostanti. Questo trattamento non invasivo è utilizzato nell’uomo dal 1993, non è più quindi un trattamento sperimentale ed ha dato prova della sua efficacia terapeutica. Ablatherm® HIFU è riconosciuto dalle società scientifiche di urologia di vari paesi che emettono regolarmente raccomandazioni ufficiali sul suo utilizzo.

Questo trattamento costituisce una nuova alternativa terapeutica che presenta i vantaggi di un trattamento non invasivo: trattamento preciso e localizzato, in un’unica seduta, ripetibile se necessario, con un breve periodo di ospedalizzazione.

Questo trattamento è consigliato per i pazienti affetti da carcinoma localizzato della prostata (Stadio T1-T2) che non siano candidati alla prostatectomia chirurgica (a causa dell’età, delle loro condizioni generali o di una comorbidità associata) o pazienti che desiderino un’alternativa alla chirurgia. Inoltre, questa terapia può essere utilizzata nel trattamento di pazienti con recidive locali dopo chirurgia e/o radioterapia esterna (trattamento di “salvataggio”).


I vantaggi di Ablatherm® HIFU per il paziente

Trattamento non invasivo (senza incisione): per un ritorno rapido alla vita normale Eseguito tramite le vie naturali (retto), Ablatherm® HIFU è non invasivo, ciò limita le cure postoperatorie, il tempo di ricovero e consente di ritrovare molto rapidamente una vita normale.

Trattamento senza radiazione che può essere ripetuto Il principio del trattamento è quello di generare ultrasuoni focalizzati ad alta densità che producono un’elevazione improvvisa della temperatura (90°C) nella zona trattata, non vi sono fenomeni di dose massima.

Trattamento personalizzato: radicale o «focale» Con Ablatherm® HIFU, l’urologo fa un trattamento su misura a seconda dell’anatomia della prostata, della scelta del paziente e degli eventuali trattamenti a cui è stato sottoposto in precedenza. Si può decidere di trattare soltanto la parte ammalata (strategia «focale») in opposizione al trattamento radicale, al fine di preservare al massimo la qualità di vita limitando l’impatto sui tessuti circostanti.

Trattamento robotizzato: precisione e sicurezza L’urologo pianifica il trattamento Ablatherm® HIFU e l’apparecchiatura eseguirà questo trattamento alla lettera, con una precisione submillimetrica che la mano dell’uomo non potrebbe avere. Ablatherm® HIFU è dotato di numerose sicurezze automatizzate e consente di seguire in tempo reale i parametri del trattamento affinché il tutto avvenga in condizioni ottimali di sicurezza e di efficacia.


In cosa consiste il trattamento Ablatherm® HIFU?

Il trattamento Ablatherm® HIFU è realizzato in anestesia locale o regionale e dura da un’ora e mezzo a due ore. Il paziente è sdraiato sul tavolo di Ablatherm® HIFU in decubito laterale destro. La sonda di trattamento è inserita nel retto del paziente e consente al medico di visualizzare la prostata tramite l’ecografo integrato e di trattare il paziente.

Il principio del trattamento consente di essere selettivi e di risparmiare i tessuti circostanti. Ablatherm® HIFU emette ultrasuoni focalizzati ad alta densità (HIFU), guidati tramite computer, che mirano ad una piccolissima zona della prostata con una precisione millimetrica e che provocano la distruzione istantanea e definitiva del tessuto mirato preservando i tessuti circostanti. La distruzione del tessuto prostatico tramite necrosi di coagulazione è prodotta da un’elevazione della temperatura a più di 85°C. Ad ogni «tiro» di ultrasuoni, viene trattata una zona di circa 25 mm di lunghezza per 2 mm di diametro e in totale occorreranno tra 400 e 600 tiri per trattare una prostata completa.

Ablatherm® HIFU consente inoltre di conservare i nervi erettori per limitare l’impotenza spesso dovuta ai trattamenti del cancro della prostata.


L’efficacia clinica di Ablatherm® HIFU in cifre

Il controllo della malattia

 Per il trattamento di prima intenzione, una rivista della letteratura Ablatherm® HIFU curata dall’Associazione Francese di Urologia(1) presenta un controllo della malattia nel 93% circa dei pazienti (64-93%). Uno studio europeo su 402 pazienti ha rilevato un tasso medio di biopsie negative dell’87%(2). I risultati del trattamento dei fallimenti di radioterapia tramite Ablatherm® HIFU mostrano un tasso di biopsie di controllo negative nel 73% dei pazienti, a 10 anni di distanza.